Matteo Branciamore, dal successo con “I Cesaroni” alla dipendenza che gli ha cambiato la vita

“I Cesaroni” sono stati certamente una delle fiction Tv più amate, seguita per anni da milioni di telespettatori. Tra i suoi protagonisti c’era Matteo Branciamore: da quando la serie ha chiuso i battenti la sua vita è completamente cambiata.

Non sono tante le fiction Tv che hanno avuto successo per diversi anni e che sono rimaste nel cuore dei telespettatori anche a distanza di tempo dalla messa in onda dell’ultima puntata. “I Cesaroni”, però, rientra perfettamente in questa categoria anche per l’affetto che il pubblico ha mostrato per i suoi protagonisti. Tra questi c’erano due attori che potevano vantare una carriera importante alle loro spalle come Elena Sofia Ricci e Claudio Amendola, oltre ad altri più giovani che da lì hanno spiccato il volo. E in questa categoria rientra certamente Alessandra Mastronardi, oggi attrice affermata e apprezzata anche all’estero.

Matteo Branciamore
Foto | Canale 5

Tra gli interpreti della serie ambientata alla Garbatella c’era però anche chi sembrava avere tutte le carte in regola per “sfondare” e diventare uno dei più richiesti dai registi. Si tratta di Matteo Branciamore, che vestiva i panni di Marco, il grande amore di Eva, il personaggio interpretato proprio dalla Mastronardi. Dalle fine delle riprese la sua vita è profondamente cambiata anche a causa di un problema di salute inaspettato.

Matteo Branciamore oggi: il successo con “I Cesaroni” è solo in ricordo

L’ultima puntata de “I Cesaroni” risale al 2014, anche se per molti sembra essere incredibile che siano passati così tanti anni. Non a caso, in diversi avrebbero sperato che la fiction potesse proseguire, ma molti dei componenti del cast si sono poi concentrati su altri progetti rendendo così tutto impossibile.

Ben diverso è il caso di Matteo Branciamore, che era uno dei più amati dai telespettatori, ma che da allora ha vissuto momenti difficili nella sua vita privata.

Essere diventato così popolare gli aveva permesso di trasformarsi in un “dongiovanni”, in grado di passare da una ragazza all’altra senza grande difficoltà. Tra le sue vecchie conquiste c’era anche Michela Quattrociocche, a cui era stato legato poco prima che lei conoscesse Alberto Aquilani, poi diventato suo marito e papà delle sue bambine. Questo quadro che all’apparenza potrebbe sembrare così positivo ha invece un risvolto tutt’altro che eccezionale.

Matteo Branciamore
Foto | Instagram

Era stato proprio il diretto interessato a raccontarlo in un’intervista di qualche tempo fa. “E’ vero ne ho conquistate tante – ha detto al settimanale ‘Chi’ -. Ora non sono più il poster appeso nella camera di tante ragazzine”. Il quarantenne si è ritrovato però a combattere con una dipendenza dal sesso. L’artista romano ha dovuto così andare in terapia per riuscire a superarla. “Non voglio essere ipocrita: mi piacciono le donne. Ne sono però uscito indenne, per fortuna. Sarà che mi sono trasferito nei paraggi del Vaticano”.

Ormai da tempo a lui non piace far parlare di sè, pur essendo presente sui social. Anche se con meno frequenza rispetto al passato, Branciamore continua a recitare (è stato tra i protagonisti de “L’amore ha i tempi del virus”), anche se il successo di un tempo sembra essere lontano. E ora anche l’amore sembra essere tornato nella sua vita grazie a Ludovica, comparsa al suo fianco in un post Instagram in occasione delle festività natalizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *