Leo Gullotta, il calvario dell’attore | Cosa ha dovuto affrontare dopo il coming out

Leo Gullotta è uno degli attori più conosciuti ed apprezzati dagli spettatori ma, purtroppo, nel corso della sua carriera ha dovuto affrontare numerosi ostacoli, in particolare in seguito al suo coming out.

leo gullotta coming out
Leo Gullotta, coming out (Instagram) ESCLUSIVA.COM

Nel corso della sua lunga carriera Leo Gullotta ha recitato un numerosi film, diventando uno degli attori più conosciuti ed apprezzati dagli spettatori.

Nato nel 1946, ha sempre avuto un interesse verso la recitazione ed il mondo dello spettacolo che lo ha spinto ad avvicinarsi al teatro da ragazzo. Le sue prime esperienze sono state come comparsa presso il Teatro Massimo Bellini. A partire da quel momento ha cominciato a dividersi tra cinema e teatro, tra dramma e commedia, approdando anche in televisione.

Ha raggiunto la notorietà sui palchi teatrali all’interno della compagnia del Bagaglino. Mentre nel 1971 ha debuttato sul grande schermo, con il film Lo voglio maschio, seguito da Maria Rosa la guardona.

Negli anni ha recitato in numerosissimi progetti che lo hanno portato ad ottenere dei riconoscimenti importanti. L’attore è stato premiato con il Nastro d’argento per il miglior attore non protagonista per il film “Mi manda Picone” nel 1983. Tre anni dopo, la sua performance nel film “Il camorrista” gli è valsa un David di Donatello per il miglior attore non protagonista.

Leo Gullotta, La rivelazione dell’attore

L’attore, sposato dal 2018, è innamorato della stessa persona da ben 42 anni, come spiegato da lui stesso nel corso di un’intervista ad “Oggi è un altro giorno”.

Leo Gullotta coming out
Leo Gullotta, la rivelazione su ciò che ha vissuto dopo il coming out (Instagram) ESCLUSIVA.COM

“L’amore per me è un sostegno non da poco, è avere al fianco una persona che ti stima, ti rispetta, e per questo ti pungola. In questi anni non abbiamo mai litigato se non per sciocchezze” ha raccontato alla conduttrice Serena Bortone.

Leo ha vissuto un passaggio durante i suoi 28-29 anni: dopo aver avuto delle fidanzate, l’attore ha capito di essere attratto dagli uomini. Ne ha sempre parlato apertamente, andando oltre ai pregiudizi del passato. Nel 1995 il suo coming out ha avuto un immediato eco mediatico, quando lui si era semplicemente limitato a rispondere ad una domanda.

“Mi chiesero se fosse gay e risposi ‘Sì, perché?'” ha spiegato, aggiungendo di aver sempre vissuto serenamente la sua vita e di aver combattuto senza paura per difendere i suoi diritti. All’epoca, erano pochi gli artisti e le celebrità a parlare della propria omosessualità. Leo, con il suo gesto, ha sfidato i tabu pur ritrovandosi ad affrontare situazioni discriminanti.

leo gullotta coming out
Leo Gullotta, coming out (Instagram) ESCLUSIVA.COM

Infatti l’attore era stato selezionato per interpretare padre Pino Puglisi nell’importante serie omonima. Ma dopo aver fatto coming out, è stato privato del ruolo da protagonista, sentendosi dire che il regista sarebbe andato incontro a non pochi problemi dando il ruolo di un religioso ad una persona omosessuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.