Alessandra Mussolini: “è stato un grande sbaglio” | Escono gli scheletri dall’armadio

Da maggio 2019 non occupa più alcun incarico nelle istituzioni. Ma c’è qualcosa di cui sembra essersi molto pentita

Alessandra Mussolini ha alle spalle una lunga carriera politica. Ma non solo. Eppure, per la vulcanica ex parlamentare, c’è qualche rimorso. Qualcosa che non rifarebbe. Ecco di cosa si è pentita amaramente.

Alessandra Mussolini (web source)
Alessandra Mussolini (web source)

Nipote del Duce, Benito Mussolini, suo nonno. Ex Presidente del Consiglio dell’allora Regno d’Italia e fondatore del fascismo.  Alessandra Mussolini è stata europarlamentare nel gruppo del Partito Popolare Europeo e in precedenza è stata più volte membro del Parlamento italiano per vari partiti di destra e centrodestra.

Alessandra Mussolini, infatti, è figlia di Romano Mussolini, figlio del Duce, ma anche di Maria Scicolone, che è sorella dell’attrice Sophia Loren. Romano Mussolini e Maria Scicolone si sposarono nel 1962. Proprio in quell’anno nacque Alessandra. I due, comunque, si separarono nel 1971, ottenendo il divorzio nel 1976.

Nel 1989 ha sposato Mauro Floriani, dal quale ha avuto tre figli: Clarissa, Caterina e Romano. Nel 2013 però i due si sono separati a causa di alcuni scandali che hanno riguardato l’ormai ex marito. L’uomo è stato coinvolto nel famoso caso delle baby-squillo di Parioli, noto quartiere di Roma.

Il passato in copertina

Personaggio molto discusso, Alessandra Mussolini. Le sue battaglie e il suo carattere vulcanico le hanno fatto guadagnare una fama che va oltre la sua parentela con nonno Benito. Da maggio 2019 non occupa più alcun incarico nelle istituzioni. A dicembre 2020 decide di lasciare definitivamente la vita politica e di dedicarsi al mondo dello spettacolo. Un ritorno alle origini per lei.

Alessandra Mussolini su PlayBoy (web source)
Alessandra Mussolini su PlayBoy (web source)

Eh già, tra gli anni ’70 e gli anni ’90 ha recitato in diversi film. Commedie, soprattutto. Qualche titolo: “Il tassinaro”, “Rimini Rimini”, “Noi uomini duri” e “Sabato, domenica e lunedì”. Come si può notare da questa breve carrellata, comunque, è stata diretta da registi del calibro di Alberto Sordi, Sergio Corbucci e Lina Wertmuller. Nell’agosto del 1983, neanche 21enne, ha anche posato nuda per Playboy.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le Donatella: il video più trash dell’anno, una “foresta” in mezzo alle gambe

Proprio lei che, in passato, si è anche scagliata contro le modelle che scelgono di posare per quella rivista. Negli anni, infatti, Alessandra Mussolini si è caratterizzata per alcune battaglie contro il maschilismo imperante e contro la mercificazione del corpo femminile.

Evidentemente, lei stessa dev’essersi pentita di quella scelta fatta da giovanissima. Ma, anche fosse stato un errore, è stato comunque un errore di gioventù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.