Zucchero Fornaciari, quell’abisso da cui è riemerso | Ha avuto bisogno, però, di un aiuto

0
98

Siamo nel periodo in cui Zucchero incise, insieme a Luciano Pavarotti, il grande album “Miserere”, è il 1992

Adelmo Fornaciari. Per tutti Zucchero o Sugar Fornaciari. Oggi 66enne, è considerato uno dei cantanti italiani di maggiore successo internazionale. Quello che non tutti sanno è che in un momento molto intenso della sua carriera, l’artista ha affrontato un periodo molto buio, dal quale non è uscito da solo.

Zucchero Fornaciari (web source) 27.5.2022 esclusiva
Zucchero Fornaciari (web source)

Annoverato fra i principali esponenti del blues in Italia, nell’arco di oltre trent’anni di carriera ha riscosso un ragguardevole successo commerciale, vendendo più di 60 milioni di dischi tra album e singoli. Solo la pandemia da Covid-19 ha un po’ frenato le sue tournée mondiali. Che lo hanno portato a frequenti collaborazioni con artisti affermati a livello internazionale – quali Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli, Eric Clapton, Joe Cocker, Miles Davis, B.B. King, Sting e Paul Young.

Tutt’oggi, Zucchero è considerato uno degli artisti italiani più famosi al mondo, vincendo numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Tenco alla carriera, due World Music Awards, sei IFPI Platinum Europe Awards, una candidatura ai Grammy e l’onorificenza di commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Sotto il profilo stilistico, la produzione musicale del cantautore emiliano è caratterizzata da una sintesi originale della tradizione melodica mediterranea con elementi derivati dal blues, dal gospel e dal soul, generi tipici del sud degli Stati Uniti d’America.

La paura di Zucchero

Da un artista del genere mai ci saremmo aspettati una paura e delle criticità del genere. Eppure è stato lo stesso grande artista a raccontarlo. Siamo nel periodo in cui Zucchero incise, insieme a Luciano Pavarotti, il grande album “Miserere”, è il 1992.

Zucchero Fornaciari (web source) 27.5.2022 esclusiva 2
Zucchero Fornaciari (web source)

Quello, per Zucchero, è considerato il periodo più brutto della sua vita. Siamo infatti nei mesi in cui si separa dalla prima moglie. Una situazione di grande stress che ha portato la grande star della musica a soffrire di continui attacchi di panico, addirittura con la paura di uscire di casa.

A causa di quel senso di malessere, Zuccherò arriverà anche ad annullare una serie di eventi e collaborazioni che erano già fissati. La situazione, quindi, era molto seria. Per questo l’artista si è anche rivolto a uno psichiatra e ha seguito anche una terapia fornitagli.

Comunque sia, in quel periodo Zucchero ha composto una delle canzoni più belle della sua carriera: “Senza una donna”, poi interpretata anche insieme a Paul Young. Oggi, fortunatamente, quella difficile situazione è alle spalle. Ma questo ci dimostra che nessuno è immune alle crisi interiori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here