Covid-19, monitoraggio settimanale Iss: numeri in peggioramento

Questa mattina, l’Iss ha pubblicato il consueto monitoraggio settimanale sull’andamento dell’epidemia da Covid-19: numeri in peggioramento in Italia.

Una nuova crescita dei casi Covid preoccupa il nostro Paese. Da alcune settimane la curva epidemica è in salita, come dimostrato anche dal bollettino quotidiano. Ad evidenziarlo anche il consueto monitoraggio effettuato dall’Istituto Superiore di Sanità ed il Ministero della Salute.

Covid-19 monitoraggio Iss Rt incidenza casi ricoveri
(Ansa)

Secondo il report, nell’ultima settimana si è registrata una sensibile crescita dell’incidenza dei casi, dell’indice di trasmissibilità ed anche dei ricoveri nelle strutture ospedaliere, sia nei reparti ordinari che in quelli di terapia intensiva.

Covid-19, i dati del monitoraggio settimanale Iss: salgono incidenza dei casi, indice Rt e ricoveri

Covid-19 monitoraggio Iss Rt incidenza casi ricoveri
(Ansa)

Una nuova ondata dell’epidemia da coronavirus sta colpendo l’Italia. Dopo mesi con numeri in calo, la curva sta risalendo con decine di migliaia di casi al giorno (solo ieri erano 83.274). Oggi, come di consueto, sul sito dell’Iss è stato diramato il monitoraggio settimanale sull’andamento dell’epidemia.

Dall’analisi si evince come l’incidenza settimanale dei casi abbia fatto un balzo negli ultimi sette giorni passando da 504 casi ogni 100mila abitanti a 763. In salita ed ancora sopra la soglia epidemia l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici pari a 1,30 (range 1,06-1,56) contro l’1,07 della precedente rilevazione. Cresce anche l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero che si attesta ad 1,22 rispetto all’1,16 della settimana scorsa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il gesto eroico di un padre: salva la moglie ed i figli, ma muore in mare

Prendendo in esame il tasso di occupazione dei pazienti Covid negli ospedali italiani, anche qui si nota un peggioramento della situazione. Il livello di occupazione nei reparti di terapie intensive è passato dal 2,2 al 2,6%, mentre quello nelle aree mediche a livello nazionale dal 7,9 al 10,3%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Donna trovata morta in casa dal compagno: disposta l’autopsia

Nel report si evince che otto Regioni/Province Autonome sono considerate a rischio alto, mentre le restanti 13 a rischio moderato: anche questa settimana, dunque, nessuna Regione/Provincia Autonoma è stata classificata a rischio basso. Infine, secondo il monitoraggio Iss, sono 20 le Regioni che hanno riportato almeno una singola allerta di resilienza, 8 molteplici allerte di resilienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *