Enorme blocco di ghiaccio si stacca e travolge escursionisti: tragico bilancio

Una valanga, provocata dal crollo di un enorme blocco di ghiaccio, ha travolto decine di escursionisti ieri sulla Marmolada: almeno 6 morti, 8 feriti e 17 dispersi.

Sei vittime, otto feriti di cui due in gravi condizioni, e diciassette dispersi. Questo il terribile bilancio di quanto accaduto ieri pomeriggio sulla Marmolada, la catena montuosa più alta dell’area dolomitica tra la provincia di Trento e la provincia di Belluno.

Marmolada valanga ghiaccio morti feriti
Marmolada, le operazioni di ricerca sul luogo del crollo (Andrea Solero – Ansa)

Un enorme blocco di ghiaccio si è staccato dall’alto, forse per le elevate temperature, ed ha travolto gli escursionisti che si trovavano all’altezza di Pian dei Fiacconi. Decine le squadre di soccorso che stanno operando per rintracciare le persone disperse.

Marmolada, blocco di ghiaccio si stacca e travolge escursionisti: 6 morti, 8 feriti e 17 dispersi

Marmolada valanga ghiaccio morti feriti
Marmolada, i soccorritori accorsi sul luogo della tragedia (Jacopo Valenti – Ansa)

Strage di escursionisti sulla Marmolada. Nel primo pomeriggio di ieri, domenica 3 luglio, un seracco, ossia un enorme blocco di ghiaccio, si è staccato dalla montagna trasformandosi in una valanga.

Il ghiaccio, riportano alcune fonti locali e la redazione de Il Corriere della Sera ha travolto ad una velocità elevatissima (circa 300 km/h) decine di turisti e le guide che si trovavano all’altezza di Pian dei Fiacconi. Il bilancio è terribile: sei vittime, di cui quattro già identificate (tre italiani), otto persone ferite e ricoverate in ospedale, di cui due in condizioni molto gravi, e diciassette dispersi. Un bilancio che, purtroppo, con il passare delle ore rischia di aggravarsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Si tuffa in mare con il fratello per fare il bagno: Gregorio muore a soli 19 anni

Immediatamente è stata attivata la macchina dei soccorsi con decine di squadre del Soccorso Alpino giunte sul posto a bordo di diversi elicotteri. Le operazioni sono andate avanti per tutto il pomeriggio sino alla sera, quando per ragioni di sicurezza, sono state sospese e riprese in mattinata. I soccorritori stanno lottando contro il tempo per cercare di ritrovare in vita le persone che mancano all’appello.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incidente stradale ad un incrocio: operaio muore mentre va a lavoro

Ancora da chiarire le cause dell’improvviso cedimento, di cui si occuperanno le autorità. Gli esperti, riferisce Il Corriere, ipotizzano che possano aver influito le alte temperature registratesi ieri in zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.