Violenza carnale a Piacenza: spunta il video, la disperazione della vittima

Una donna adulta è stata stuprata e il video è finito in rete: oltre al dolore dell’esperienza terribile che ha vissuto sulla sua pelle, anche l’umiliazione di ritrovarsi quel momento online sotto gli occhi di tutti

Violenza, la disperazione della vittima
Violenza (Facebook) esclusiva.com

Una donna di 55 anni, di origine ucraine, è stata violentata domenica mattina all’alba a Piacenza. Una vicenda terribile che ha fatto parlare molto in questi due giorni. Purtroppo, nonostante le resistenze, non è riuscita a liberarsi del suo carnefice. Come se questo non bastasse, quel momento è finito sotto gli occhi di tutti. Infatti la donna è stata riconosciuta nei video diffusi online, e ora si sente disperata e umiliata dal fatto che i conoscenti l’abbiano riconosciuta per colpa di quelle immagini nelle quali si sente chiaramente la sua voce che implora aiuto.

Violenza carnale: la disperazione della vittima

Sul caso la Procura di Piacenza ha aperto una inchiesta con l’ipotesi di reato di diffusione senza consenso di materiale riproducente atti sessuali. Nel frattempo il gip ha convalidato l’arresto per il 27enne originario della Guinea accusato della violenza: l’uomo, però, ha detto di essere innocente, dicendo di aver sentito le urla della donna e di essersi avvicinato a lei per aiutarla.

Violenza, la disperazione della vittima
Violenza (Facebook) esclusiva.com

La Procura, con il pm Ornella Chicca, ha chiesto il carcere per il 27enne mentre la difesa, avvocato Nadia Fiorani, ha chiesto la liberazione del ragazzo. Sarà infine il giudice a decidere a breve sull’applicazione di una misura cautelare. In ogni caso, andiamo a scoprire insieme qualcosa in più proprio sul conto del 27enne che ora si ritrova a dover fare fronte a queste accuse.

Violenza, la disperazione della vittima
Violenza (Facebook) esclusiva.com

Il 27enne ha respinto le accuse. Si tratta di un operaio incensurato, nel 2014 ha chiesto asilo in Italia e ad oggi si sta ritrovando a rispondere alle domande e a fornire la sua versione dei fatti. Avrebbe detto di non aver avuto alcuna voglia di fare del male a quella donna, ma di essersi avvicinato per aiutarla, pensando che stesse male. Inoltre ha anche detto di non essere a conoscenza del video dell’episodio, filmato che nelle ultime ore è finito in rete e ha scatenato polemiche politiche. L’uomo, che risiete a Reggio Emilia, ha riferito di aver trascorso la notte in cui è accaduto il fatto in una discoteca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.