Arturo Vidal: come sta oggi il campione dopo la “febbre da cavallo” che lo ha colpito

0
255

In un video pubblicato sul suo canale Instagram, Arturo Vidal, appare diverso dal solito, probabilmente a causa della “febbre” che lo ha colpito.

Arturo Vidal
Arturo Vidal (GettyImages)

Arturo Erasmo Vidal Pardo, per tutti “King Artur”, è un calciatore cileno, nato a Santiago nel 1987. Oltre ad essere il centrocampista della nazionale cilena, Vidal è un idolo in Italia. Si è ambientato benissimo, e lo troviamo da una stagione con la maglia dell’Inter.

Nato e cresciuto in un sobborgo, dei più poveri della capitale cilena, Arturo è il secondo di 6 fratelli e sorelle. All’età di 5 anni venne abbandonato dal padre e crebbe grazie ai sacrifici di mamma Jaqueline. Sposato, con tre figli, molti conoscono Arturo anche con il soprannome di “Guerriero”.

La “Febbre da Cavallo”

Febbre da cavallo
Febbre da cavallo (wikipedia)

Chi è che non ricorda un’icona del cinema comico italiano, che vedeva tra i protagonisti alcuni dei più grandi attori italiani quali: il compianto Gigi Proietti ed Enrico Montesano, nonché Mario Carotenuto.

Il cult del 1976 diretto da Steno, raccontava la sfrenata passione per i cavalli di alcuni giocatori “seriali” che avrebbero fatto di tutto pur di inseguire il mondo dell’ippica. Travestimenti, scherzi, menzogne e tutti i tipi di “raggiri” che avessero permesso di seguire una corsa di cavalli e di poter puntare con una scommessa. Storica la tris che vedeva i cavalli: King, Soldatino e Dartagnan. E chi è che non ricorda il mitico Ciccolini?

Sicuramente vi starete però chiedendo cosa c’entra l’ippica e i cavalli con un campione di uno sport così lontano dall’equitazione, il calcio. Ve lo spieghiamo immediatamente.

Potrebbe interessarti>>>Francesca Cipriani esplosiva: il costume bagnato diventa trasparente e si vede tutto

Il video che dimostra la “Febbre…”

In effetti non tutti sanno che Arturo Vidal è un grande appassionato di equitazione e di cavalli. Possiede addirittura nel suo paese una scuderia di cavalli da corsa, la Stud Alvidal. Nel 2011 in un tragico incidente durante una gara Arturo perse uno dei suoi migliori amici e fantini della scuderia, Nicolas. Da quel triste giorno, ad ogni gol che insacca, Vidal, compie un gesto in onore dell’amico scomparso, che è lo stesso che faceva il defunto Nicolas ad ogni gara che vinceva.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arturo Vidal (@kingarturo23oficial)

Questo video, pubblicato sul profilo Instagram di King Arturo, conferma quanto vi abbiamo appena raccontato. Si vede il campione totalmente preso dalla corsa di cavalli, che compie gesti scaramantici e mugolii classici degli ambienti equestri. Il tutto colorito da balletti ed esultanza per la vincita della gara da parte del suo equide preferito. Non vi ricorda un pochino una scena del film con “Mandrake” e “er pomata”?

Potrebbe interessarti>>>Miss Claudia Ruggeri, sudatissima “sviene” stringendo le “palline”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here