Canone Rai: le persone in questa fascia d’età non devono pagarlo.

Il Canone Rai è un’imposta sul possesso di almeno un apparecchio televisivo per nucleo familiare. Sapevate che alcune specifiche categorie di persone sono dispensate dal pagarlo? Scopriamo quali

I media e i mezzi di comunicazione di massa si sono modificati ed evoluti in maniera impressionante con l’avvento di internet. Tuttavia, lo strumento in tale ambito che ancora oggi impera nelle nostre case è senza dubbio il televisore che, ricordiamo, è un concetto che differisce dalla televisione che, invece, è il sistema di telecomunicazione destinato alla trasmissione a distanza.

Televisione Canone Rai chi non deve pagare
Televisione, Canone Rai (Pixabay)

Pensate alla rivoluzione avvenuta grazie ad essa quando fu resa disponibile al pubblico alla fine della seconda guerra mondiale e alla più facile e veloce circolazione di notizie e ai sempre più innovativi metodi d’intrattenimento, a quanto abbia contribuito all’istruzione e all’alfabetizzazione. In relazione al possesso di almeno un apparecchio atto o adattabile alla ricezione di radioaudizioni televisive, si deve pagare un’imposta nota in Italia come Canone Rai. Non tutti devono pagarla. Alcune categorie sono, infatti, esonerate.

Canone RAI: scopri se anche tu puoi esimerti dal pagare l’imposta

Televisione Canone Rai chi non deve pagare
Televisione, Canone Rai (Pixabay)

Con la legge di stabilità messa in atto nel 2016 dal governo Renzi, in Italia il pagamento del Canone Rai è stato inserito nella bolletta dell’energia elettrica. Il suo costo è di 90 euro e viene addebitato per 10 rate mensili da 9 euro ciascuna, oppure 18 euro sulle bollette bimestrali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>“Meglio di così? Impossibile” Carolina Stramare irresistibile: con il costume bianco è il paradiso – FOTO

Lo scopo d’inglobare l’imposta sul possesso del televisore alla bolletta aveva uno scopo ben preciso, ossia di evitare che qualcuno facesse il furbetto e non la pagasse. Tuttavia, il nostro paese si è dovuto adeguare ai dettami dell’Unione Europea. Quest’ultima ha chiesto di eliminare tutti gli oneri impropri come il suddetto, poiché non correlato direttamente al consumo energetico.

Cosa significa? Che il pagamento tornerà a essere a parte, cioè “separato” da quello della bolletta della luce.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Adriano Celentano e il tradimento più inatteso a Claudia Mori: nessuno se lo aspettava

Ci sono però delle categorie di persone che sono dispensate dal versare la cifra dell’imposta. Quali sono?

  • Coloro che, ovviamente, non sono in possesso di un televisore i quali dovranno presentare una “Dichiarazione di non detenzione”, compilando il Quadro A del modello di ‘Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato’.
  • Gli agenti diplomatici, funzionari o impiegati consolare, funzionari di organizzazioni internazionali. Anche i militari di cittadinanza non italiana o personale civile non residente in Italia, di cittadinanza non italiana, appartenenti alle forze NATO di stanza in Italia.
  • Coloro che hanno compiuto 75 anni d’età e che abbiano un reddito annuo non superiore a 8.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *