Fedez non resiste e smaschera Selvaggia Lucarelli: scoppia la bomba sui social

Fedez oggi non ha resistito e ha deciso di rispondere a tono ai continui attacchi di Selvaggia Lucarelli: “Non volevo dire niente, ma adesso basta”

Fedez e Selvaggia Lucarelli non vanno per niente d’accordo. Chi segue la Lucarelli, può vedere il modo in cui da diversi anni non ha tanto a genio Fedez e la sua famiglia, infatti trova molto spesso il pretesto per attaccarli. Proprio qualche settimana fa, Selvaggia aveva accusato Fedez di esibizionismo per aver pubblicato le sue sedute con lo psicologo.

Fedez contro Selvaggia Lucarelli
Fedez (Instagram)

Oggi è arrivato l’ennesimo attacco. Tutto è cominciato quando in questi giorni, un addetto della sicurezza, è diventato virale sui social per le espressioni fatte durante il concerto del Love Mi. Fedez ieri lo ha incontrato e si è fatto un video con lui per farlo vedere ai suoi followers, dal momento che conosce questa persona da molti anni.

Fedez contro Selvaggia Lucarelli: “Noi non siamo così diversi”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>“Mi fai impazzire”. Rosalinda Cannavò come Madre Natura: incredibile FOTO

Selvaggia Lucarelli ha pubblicato le foto di questo incontro scrivendo che Fedez le fa paura, perché si attacca sempre ai personaggi del momento. Il cantante milanese, dopo questo ennesimo attacco, ha deciso di non tacere più.

Ha fatto delle storie per Selvaggia, ricordandole quando tanti anni fa ha promosso il video hard di Belen Rodriguez, facendolo girare. Da qui ha iniziato ad elencare una serie di cose sbagliate che ha fatto la Lucarelli, concludendo con un: “Non siamo poi così diversi“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>“Pazzesco” Lidl lancia il nuovo prodotto: le donne non potranno più farne a meno

Poi ci ha tenuto a sottolineare che l’addetto della sicurezza lo conosce davvero da tanti anni, e proprio qualche giorno fa in una diretta ha parlato molto bene di lui, dicendo che è un gran lavoratore e che è contento del successo che ha ottenuto in questi ultimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *